Pollo e dieta

Pollo e dieta

by Developer, 21 settembre 2015

Il pollo è un alimento che può essere portato in tavola in tutte le stagioni: ottimo in inverno, va benissimo anche in estate quando l’organismo sente il bisogno di cibi più leggeri e digeribili. I primi a consigliare il consumo di carni avicole (pollo, tacchino) durante i mesi più caldi sono i nutrizionisti.

Tra i tanti vantaggi del suo consumo troviamo:

l’elevata digeribilità: il ridotto contenuto di collagene, permette all’organismo di assimilare velocemente le sostanze nutritive presenti;

  • è altamente proteico: è un alimento che riesce a coprire il fabbisogno quotidiano di proteine (tra 0,75-1,0 g per chilo di peso corporeo), assicurando il rifornimento di tutti gli aminoacidi essenziali;
  • è un prezioso alleato per chi desidera dimagrire o mantenere il peso-forma; il suo un contenuto di grassi varia da 1 a 6 grammi per 100 g di prodotto, a seconda delle parti utilizzate. Interessante è anche il rapporto tra gli acidi grassi insaturi (“buoni“) e saturi (“cattivi“) presenti: esso è pari a 0,92 per il petto di pollo, valore molto vicino a quello raccomandabile (intorno a 1) per una dieta ottimale;
  • è tra le carni meno caloriche in assoluto: il petto di pollo apporta 100 calorie per etto, seguito dalla fesa di tacchino (107 kcal per 100 g) e dal taglio chiamato “sovracoscia” (120 kcal per etto).

Secondo falso luogo comune le carni bianche danno meno energia di quelle rosse. In realtà, non è così: sono un alimento completo, valida alternativa alle carni rosse, che favoriscono l’accumulo di scorie, affaticando fegato e reni.

I migliori metodi per cucinare il pollo in modo salutare e dietetico sono al forno o alla griglia. Dopo la cottura, spolvera la carne con un pizzico di curry, una spezia indiana che facilita la digestione e aiuta a smaltire l’adipe. Ottimo anche aggiunto nelle insalate, in sostituzione del tonno (spesso poco digeribile): condisci con una salsina di yogurt e succo di limone.

Privacy Policy